Pappardelle al ragù di seitan

Se non l’avete provato probabilmente sarete un po’ restii all’idea di mangiare un “non-ragù“, invece vi possiamo assicurare che è davvero davvero buono e se fatto seguendo pochi e semplici trucchetti farete difficoltà a trovare le differenze con quello fatto di carne! Il ragù di seitan, facilissimo e veloce, piace a tutti, quindi andate sul sicuro e sopratutto è leggero, privo di colesterolo e molto meno grasso dell’originale.

Il nostro consiglio ovviamente è di prepararlo con un buon seitan… magari preparato da voi, così da poterlo insaporire bene e a seconda dei vostri gusti! Usate le vostre spezie preferite, erbe aromatiche, pomodori, funghi ecc…

 

Ingredienti per 6 porzioni

  • Olio extravergine di oliva toscano
  • Sale grosso

Per le Pappardelle

  • 300 gr di farina (bianca di tipo “0”) per un sapore più delicato; integrale di kamut o di farro per un sapore più deciso)
  • 200 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale

Per il Ragù di seitan

  • 300 gr di seitan al naturale
  • 300 gr di polpa di pomodoro
  • 1 carota
  • 1/4 cipolla bianca
  • 1/2 gambo di sedano
  • 5 foglie di basilico
  • olio extravergine di oliva

Preparazione del ragù di seitan

Macinate il seitan o sminuzzatelo finemente,Tritate allo stesso modo la cipolla. Dopo averla lavata spazzolata, grattugiate la carota, Tagliate il sedano a scriscioline sottili

In una casseruola dai bordi Alti soffriggete le verdure in un filo d’olio.

Dopo 2 minuti aggiungete la polpa di pomodoro e il seitan. Salate a piacere e cuocete 25 minuti a fuoco lento mescolate di tanto in tanto Sminuzzate grossolanamente il basilico e aggiungetelo solo a fine cottura.

Preparazione dei Paccheri ripieni al ragù di seitan

Riempite una pentola capiente di acqua e portate ad ebollizione con 1/2 cucchiaio di sale grosso

Preparazione delle pappardelle

 

Su un piano di lavoro disponete la farina a fontana e nel mezzo versate l’acqua con un pizzico di sale e. volendo. una punta di zafferano, aggiungendo se necessario altra acqua poco alla volta onde evitare  che l’impasto diventi troppo molle.

Formate una palla e stendetela con un matterello  su una superficie cosparsa di farina per evitare che l’impasto attacchi.

Adagiate la sfoglia ottenuta sulla spianatoia infarinata pareggiate con un tarocco (o un coltello) le estremità per rendere regolare la pasta.

Ora prendete una sfoglia, ripiegate un lembo fino a due terzi circa  poi iniziate ad arrotolare  creando un rotolino molto piatto, tenendo la chiusura verso l’alto .

Tagliate il rotolo di pasta a fettine di 7 mm di spessore . Prendete le pappardelle dalle estremità  stendete le tagliatelle sulla mano quindi arrotolate attorno alle dita per creare un nido e adagiatelo sula spianatoia leggermente infarinata . Proseguite fino a terminare tutto l’impasto. Le vostre tagliatelle sono pronte, non vi resta che cuocerle.

Riempite di acqua una pentola capiente con 1/2 cucchiaio di sale grosso e portate ad ebollizione.

Quando l’acqua bolle buttate le pappardelle, cuocetele secondo in tempi indicati (essendo pasta fresca in meno di 5 minuti dovrebbero esser già pronti) scolatele e versatele nella pentola del ragù che avrete rimesso sulla fiamma bassa.

Fate Insaporire 2 minuti mescolando bene, versate le pappardelle in una zuppiera calda e servitele subito.