Mete low cost in Italia per Pasqua 2018

Per le tue vacanze di Pasqua 2018 le mete italiane a basso costo sono veramente tante. Un’offerta molto varia, a seconda delle tue preferenze e necessità, con la possibilità di trascorrere la Pasqua in una bellissima città d’arte, in una capitale europea, il mare per i primi bagni nelle destinazioni più calde o per le escursioni primaverili in Italia, in montagna per lo sci nelle località di montagna, nei centri benessere per trascorrere in pieno relax. In breve, le proposte per trascorrere le vacanze di Pasqua non sono certamente poche e alla portata di tutti, in base alle prorie preferenze personali. Oltre alle opportunità per una fantastica vacanza a prezzi accessibili.

Leggi Anche Vacanze di pasqua sulla Neve e in Montagna

Leggi Anche Dove trascorrere negli agriturismi la Pasqua

Qui vogliamo segnalarvi in particolare le mete dove andare per la vostra vacanza di Pasqua 2018 low cost in Italia. Tante sono le mete bellissime e convenienti. Questa è la nostra selezione.

Procida



Booking.com


Un’interessante alternativa raggiungibile in poco tempo è Procida. Sull’isoletta di fronte a Napoli potrete godervi un assaggio di primavera e se siete fortunati anche una prima giornata di mare, con belle passeggiate sul mare a perchè no se il tempo e la temperatura lo permettono, anche un bagno in mare e nei giorni seguenti vedere le altre isole del golfo di Napoli, anche Napoli merita con il centro storico patrimonio dell’Unesco coi le sue innumerevoli chiese barocche e gli splenditi palazzi, nei Quartieri Spagnoli e della Sanità oltre alla cornice pittoresca  del popolo napoletano, molto accogliente con visitatori e turisti.

Cilento

Il Cilento con le sua costa meravigliosa, il vasto Parco Nazionale, le aree archeologiche, i siti di interesse storico-artistico e i borghi caratteristici è la meta perfetta per una vacanza a Pasqua. Anche qui i primi di aprile sono tempi precoci per un tuffo in mare, ma la costa frastagliata, con la falesia a picco sul mare, le calette e i paesini arrampicati sulla roccia, offre una vista splendida. Di posti da visitare, poi, ce ne sono a volontà. Dalle bellissime aree naturali dell’entroterra, ai paesi caratteristici di Castellabate, Sapri, Agropoli e Acciaroli, alle famosissime aree archeologiche di Paestum e Velia. Da visitare anche la Certosa di Padula, o di San Lorenzo, nell’entroterra.

 

Parco Nazionale dell’Altamurgia

Il contesto geografico è quello della Murgia di Nord-Ovest o Murgia Alta, a cavallo delle ex province di Bari e BAT
, un imponente blocco calcareo, oggi  fortemente carsificato, che, a partire da 70 milioni di anni fa, è emerso e si è m
odificato, conservando sempre un alone di fascino e unicità, sino ai nostri giorni. Si tratta di un territorio eccezionale, 
caratterizzato da spazi immensi che si perdono nell'orizzonte o, a tratti, reso sinuoso da alture collinari che raggiungono
 oltre 600 m di quota.
Il Parco Nazionale dell'Alta Murgia custodisce al suo interno anche importanti siti di notevole interesse storico,
 archeologico e paleontologico, vista la presenza di realtà come i castelli federiciani, primo fra questi Castel del Monte, 
antichi ripari, jazzi e masserie, tracce di passaggi di dinosauri, ottimo per percorsi di cicloturismo, runnig o turismo lento
, l'ideale è alloggiare in un uno degli agriturismi del parco

La Murgia di Federico II è tra i territori italiani a più alta densità di prodotti tipici locali. Centinaia di ricette e prodotti antichissimi, la cui varietà rispecchia la varietà del paesaggio e l’altissima biodiversità dei suoi territori, ne fanno una meta di turismo gastronomico di grande interesse.

Dai legumi alle cacciagioni, dal vino all’olio extravergine, dall’arte bianca a quella della lavorazione del latte, tutto parla di una grande tradizione mediterranea, in grado di tradursi in eccellenza in ogni luogo di degustazione.  E non è un caso se tanti chef italiani  quotati in terra straniera, provengano dalle cucine altomurgiane.

Tra i prodotti spontanei della terra, rinverdiscono le tavole cime di rapa, cicorie selvatiche, sivoni, le tenere cimarelle, gli asparagi e i finocchietti selvatici, cucinati a Pasqua con l’agnello di produzione locale.

Rinomati, per il loro gusto carattere forte, anche i “lampascioni” o cipollacci, dall’intenso sapore amaro, chiamati volgarmente muscari.

Le città da visitare di sicuro interesse sulla costa sono Bisceglie, Trani, Molfetta, Barletta , nell’entroterra abbiamo Andria, Altamura, Gravina in Puglia, Ruvo di Puglia, Alberobello coi suoi caratteristici trulli e i centri storici costruiti con la pietra locale.

Val di Sole

 

Vuoi trascorrere le tue vacanze di Pasqua in montagna, magari per un ultimo sci, senza spendere troppo. La Val di Sole, in Trentino, è per te. La zona offre villaggi caratteristici e rinomate località sciistiche, in tutte le zone di Folgarida e Marilleva, dove molte piste da sci che formano un’area unica, tra le montagne del gruppo della Presanella, adiacente al Parco dell’Adamello, si collegano con le piste di Madonna di Campiglio, fomando una giostra di circa 150 km di piste. Un posto perfetto per sciare anche in primavera. Un po ‘più a nord della valle, a Pejo, nel Parco dello Stelvio, troverete accanto alle piste da sci sul Monte Vioz anche un centro termale. Il costo del soggiorno è paragonabile ad altre zone delle Alpi abbastanza economiche, per i pacchetti di Pasqua offerti.

 

Lago di Bolsena

 

 

 

 

 

 

 

 

A Bolsena puoi trascorrere una vacanza meravigliosa all’insegna del relax, del divertimento, della riscoperta della storia e delle antiche tradizioni del borgo medievale. Questi luoghi incontaminati nei quali il tempo sembra essersi fermato, accolgono il turista con il proprio calore e la propria bellezza. Ogni giorno può essere diverso dal precedente, si possono praticare sport, fare escursioni, ricercare e godere degli innumerevoli panorami mozzafiato.

C’è un’ampia scelta di attività tra cui i classici sport d’acqua, come la Vela, la Pesca, il Nuoto e il Subacqueo. Preferisci la terra ferma? Nessun problema! Ci sono interessanti e divertenti attività come la Mountain bike, il Trekking, l’Equitazione ed il Tennis. Se vuoi ammirare la bellezza del lago da un altro punto di vista si può anche andare in barca per fare il giro panoramico.

 

Matera

Concludiamo questa rassegna con la meravigliosa Città dei Sassi, Matera, da visitare ora, prima che venga presa d’assalto dai turisti stranieri quando nel 2019 sarà Capitale Europea della Cultura. Matera è diventata una meta top del turismo mondiale, con quel suo centro storico unico al mondo la cui caratteristica principale sono gli antichissimi insediamenti scavati nella roccia di tufo fin dal Neolitico. A questi si sono aggiunti gli edifici medievali, rinascimentali e barocchi, costruiti sul costone roccioso sul quale sorge la città, con la pietra ocra e rossiccia del luogo che conferisce loro un aspetto uniforme, perfettamente integrato nel suggestivo paesaggio. La vacanza di Pasqua sarà anche l’occasione per vistare le vicine aree naturali del Parco della Murgia Materana e la Riserva dell’Oasi di San Giuliano e se avete tempo fare un salto ad Altamura, al di là del confine con la Puglia.