Le spezie e il loro utilizzo nella cucina tradizionale italiana

Le spezie nei nostri pasti rivestono un ruolo fondamentale nella nostra cucina tradizionale , ma anche nella cucina vegetariana che vegan soprattutto se decidiamo di sostituire il sale con le spezie per non dimenticare la cucina orientale che ne fa un ampio uso nei suoi piatti. Ogni cuoco personalizza l’uso delle spezie, sia in quantità che in gusto personale. L’uso delle spezie nei piatti migliora l’aspetto, il sapore , l’aroma e anche i colori . Pensa al classico risotto alla milanese. Lo zafferano, una spezia gialla molto fine, è il maestro e conferisce al piatto un sapore molto particolare; in questa miniguida vedremo come combinare le spezie con il cibo.

i diritti e i copyright dell’immagine sono di ideadonna.it

Occorrente

  • Cannella, curry, zafferano
  • Sale, pepe
  • Vaniglia, peperoncino, anice

La prima cosa è sapere quali sono le spezie. Alcune sono molto comuni in cucina, come sale, pepe nero o zafferano. Se vuoi usare in una ricetta  una spezia sconosciuta, gustala prima dell’uso. Capirai qual è il suo aroma. Al primo assaggio potrebbe non piacerti. Sappi che mescolare con gli ingredienti giusti darà al tuo piatto un gusto unico. Un’altra cosa importante è non esagerare con il dosaggio. Di solito nelle ricette non c’è il dosaggio esatto per spezie perché dipende dal gusto di chi lo usa. Prendilo sempre con cura. Inizia con una piccola porzione e aggiungi qualcosa ogni volta fino a dare al piatto il sapore giusto.

Ecco alcuni consigli su come meglio abbinarle conosceno ile loro caratteristiche.

Anice, una spezia dal gusto intenso e dal retrogusto di liquirizia. Utilizzato principalmente per condire pane, dolci o liquori, viene anche utilizzato per arrosto di maiale, ottimo col gulash al muscolo di grano che dà un sapore unico.

La cannella, questa spezia viene utilizzata principalmente per dessert. Si adatta perfettamente alla mela cotta(ottimo con lo strudel). Viene anche utilizzato per muffin e in combinazione con panna montata vegetale. Provalo con piatti di agnello e carota. Il curry è usato principalmente in India, ma lo usiamo spesso in Italia. Contiene fino a 50 spezie diverse, che sono uniche a seconda del paese. Il colore è giallastro e viene venduto in polvere. Il curry viene utilizzato per condire i risotti ma soprattutto i piatti di carne come arrosti e stufati.

I semi di finocchio sono spesso usati nel sud. Un esempio è la salsiccia con semi di finocchio. Questa spezia è eccellente anche con il pane. Puoi mescolarlo con altre spezie per aumentarne il sapore, nonché un eccellente condimento per salse e sugo.

La noce moscata, era una spezia molto preziosa nei tempi antichi, in passato molte nazioni  per il monopolio del  commercio della preziosa spazia hanno investito in guerre tra di loro . Al giorno d’oggi questa spezia viene spesso utilizzata nella nostra cucina. Basta pensare alla besciamella o all’impasto per i famosi tortellini.

Come non dimenticare  il pepe, ottimo on ogni salsa, condito e servito con verdure e carne e pesce. Nella nostra cucina, specialmente nel sud, il peperoncino è diffusissimo, è anche molto diffuso nel nord. Una combinazione strana ma molto speciale è con il cioccolato fondente. Infine, la vaniglia, una bacca molto preziosa, con cui vengono raffinati i dessert. È anche eccellente nello yogurt o con frutta come mele e albicocche. A volte anche per condire piatti con pesce e salse bianche. Infine, ricordiamo lo zafferano. Spezia molto costosa e preziosa coltivata in Italia, precisamente nell’Abruzzo di Navelli. Il suo colore è ideale per condire risotti. Ultimamente utilizzato anche molto con i dessert.